Come risolvere una barba a chiazze in 3 minuti!

Una barba folta è il desiderio di quasi tutti gli uomini, poter sfoderare una bella e lucente barba lunga, e penso anche sia la cosa più soddisfacente, ma cosa fare se si ha una barba a chiazze che fatica a crescere in maniera uniforme?

Non sempre infatti è possibile crescere una barba completa, il più delle volte ci sono chiazze, zone vuote o vere e proprie alopecie che rendono il processo di crescere la barba davvero difficoltoso. 

barba a chiazze causa

Causa della barba a chiazze

Molti scienziati sono ancora oggi alla ricerca della causa che provochi la barba a chiazze, ma sicuramente un ruolo primario in questo senso lo svolge la genetica.

  • Genetica: Se nel tuo dna è scritto da determinati geni che non ci deve essere una grande produzione di bulbi piliferi sul viso e sul collo, molto probabilmente sarà così, anche correggendo lo stile di vita e l’alimentazione. Ricorda che, un conto è avere una barba a chiazze a 17 o 20 anni, un conto è a 30-35 dove il livello ormonale di crescita si è ormai stabilizzato. Porta pazienza ed i risultati non tarderanno ad arrivare.
  • Carenze Alimentari: diete ricche di cibi processati, pieni di grassi ed alimenti privi di vitamine e sali minerali possono essere la causa della barba a chiazze.
  • Livelli di stress e squilibri ormonali: Tenere a bada i livelli di cortisolo e di conseguenza il tuo stato mentale di stress è importante affinché tutti i distretti del corpo vengono ossigenati ed irrorati di sangue e nutrienti necessari per il loro corretto funzionamento: e così anche per la barba.Molte alopecie come l’alopecia areata da barba (zone di barba a chiazze solitamente circolari come una moneta) sono causate da elevati livelli di stress e difficoltà psicologiche a sormontare ostacoli mentali, un buon consulto da uno specialista dovrebbe aiutare in tal senso.
  • Malattie autoimmuni o infezioni fungine: Condizioni di patologie autoimmuni o infezioni fungine sulla pelle del viso sono anche la causa della barba a chiazze, in quanto i funghi si nutrono di sostanze nutritive, sebo ed acidi grassi.

Lascia crescere la tua barba

lascia crescere barba a chiazze

Sembra un paradosso, sembra la risposta più banale del mondo, ma se vuoi che la tua barba non cresca a chiazze, prima di tutto devi lasciarla crescere in santa pace.

Non stare tutta la giornata allo specchio a controllare se la tua barba è cresciuta di qualche mm o se ci zone che si sono infoltite. Lascia che il corso del tempo faccia la sua parte, senza fretta e pressioni di alcun tipo. 

Quando la barba cresce completamente, dopo 1 mese e mezzo 2, allora sarai in grado di stabilire qual è il potenziale massimo di crescita della barba sul tuo viso. Così potrai davvero capire le zone piene di vuote, le macchie e le chiazze che non rendono la tua crescita uniforme e costante. 

E’ su questo livello massimo che andrai a cercare delle soluzioni, e non su una barba incolta o corta della quale non si riesce neanche a capire la massa e la foltezza del pelo. 

Regola di tanto in tanto la barba

radere-la-barba-con-frequenza

Dopo un’attenta valutazione della lunghezza dei peli, del loro verso e della diffusione più o meno radicata sul viso, è il momento di accorciarla e sistemarla.

In molti casi tenere la barba sotto una certa lunghezza, accorciata con un regolabarba o tagliacapelli indovina un po’? La rende apparentemente più piena e priva di zone vuote.

Infatti il regolabarba quando rasa la barba la rende verosimilmente uniforme, almeno come lunghezza, questo aiuta a rendere una barba a chiazze meno persistente e più simile d’aspetto ad una folta.

Il trucchetto, che penso tu già conosca e di radere un filino più corta la guancia con meno chiazze e di radere invece con una misura più larga e dunque meno corta la zona più fitta. In questo modo bilancerai l’aspetto della barba, riequilibrando le lunghezze di entrambe le guance.

Procedi con calma in modo da assicurare un taglio regolare e uniforme, così da non andare solamente a peggiorare la situazione di per sé precaria.

Pulisci e delimita i contorni

Se non vuoi avere un aspetto rozzo e trasandato, almeno lo desideri ma non involontariamente, ti consiglio di sagomare e pulire sempre i contorni della tua barba, possibilmente con uno shavette o un rasoio a mano libera.

Esistono dei righelli per definire la barba con il minimo sforzo, da posizionare sulla zona da radere, e si tagliano via i peletti in eccesso. In questa maniera avrai sempre un aspetto curato ed esprimerai sicuramente sicurezza e fiducia a chi ti sta intorno. 

Applica un olio per barba

applica olio barba

In genere un olio per barba non serve a far crescere la barba nelle zone dove sono presenti delle chiazze, tuttavia se è un olio di buona qualità, con ingredienti naturali, potrebbe andare a migliorare lo stato della cute ed accelerare il processo di sviluppo e crescita dei follicoli piliferi. 

Inoltre un buon olio provvederà ad idratare la pelle, renderla morbida ed elastica, ed eventualmente a preparala nel caso tu voglia radere la stessa con una lametta da barba. 

Per il problema della barba a chiazze si è rivelata particolarmente sensata l’applicazione dell’olio di Ricino della Giamaica, in quanto promuove la microcircolazione sanguigna ed il nutrimento per i bulbi piliferi che non vengono irrorati di sangue. 

Tra le altre cose nutre in profondità la pelle, rende i peli della barba lucenti, riduce l’infiammazione e rende i bulbi più doppi, forti e resistenti ad eventi come la forfora della barba.

Applica un balsamo per barba

Sebbene il balsamo per barba non ha un compito specifico di promuovere dei peli della barba forti e duri, aiuta quantomeno nella fase dello styling e dell’acconciatura della tua lanugine del viso.

In questo modo riuscirai a giocare con i peli più lunghi della tua barba, spostandoli ed orientandoli con il disciplinante per andare a coprire eventuali vuoti della barba. 

balsamo per barba a chiazze

Spazzola la tua barba frequentemente

Spazzolare la barba o pettinare può sembrare un gesto ripetitivo e scontato, ma nasconde al suo interno innumerevoli benefici. 

Tra i pregi di questo gesto ricordiamo la distribuzione degli oli della barba su tutta la lunghezza, sia quelli naturali contenuti nel sebo e negli acidi grassi del follicolo, sia quelli che applichiamo per nutrirla, come abbiamo visto con dei balsami o degli oli per la cura della barba. 

Trova lo stile di barba adatto a te

stile di barba adatto

Un bel baffo a manubrio, una barba incolta o un baffo e pizzetto alla Johnny Depp? L’importante è definire uno stile che ti si addice e che soprattutto non mostri fuori le chiazze della tua barba. 

Anche in base alla tipologia dei tuoi capelli, sarebbe fantastico trovare la pettinatura e lo stile di baffo e pizzetto che più si abbinano al tuo tono di pelle, al colore dei tuoi capelli ed alla loro lunghezza. 

Non sottovalutare ciò, perché il giusto taglio di capelli valorizzerà il tuo viso, mentre quello sbagliato potrebbe accentuare le toppe presenti sul tuo viso. 

La dieta e l’alimentazione

dieta ed alimentazione barba a chiazze

Per avere una barba folta e piena, al massimo della sua possibile espressione allora devi stare attento ad assumere quantità sufficienti di: 

  • Proteine: La proteina è il mattoncino costituente dei capelli ma anche dei peli della barba, infatti sono composti per circa il 90% di cheratina, una proteina che diventa via via sempre più dura e resistente. Noi non riusciamo a produrre autonomamente tutte le proteine presenti in natura, quindi assumere tramite l’alimentazione è fondamentale: un esempio? Le uova, la carne, i legumi, i latticini, le alghe e gli integratori proteici per chi non riesce ad introdurre a sufficienza tramite l’alimentazione.
  • Vitamine C ed E: I frutti agrumati come le arance, i kiwi, l’ananas, le fragole e le ciliegie sono ottime fonti di Vitamina C, mentre per la E troviamo gli oli ed i semi vegetali: di arachidi, di semi di soia, di arachidi e di girasole. Questi microelementi regolano tantissime funzioni tra le quali troviamo la produzione di sebo, che serve a lubrificare e frizionare il pelo, rendendolo morbido, lucente ed in salute. 
  • Acidi grassi ed Omega 3: servono a riparare le lesioni cutanee, solitamente li troviamo in alimenti quali il salmone, l’avocado e tanti altri. Impediscono al pelo di diventare fragile e sottile, e di spezzarsi frequentemente. 
  • Vitamina B6, B12 e Biotina: Sono tutte vitamine del gruppo B che donano forza non solo ai capelli ed ai peli, ma anche rigidità e resistenza alle unghie. 
  • Bere moltissima acqua: L’acqua è vita ed è salute, bere almeno 2 litri d’acqua al giorno dovrebbe essere per te la prassi, ma non solo per i capelli o la barba, anche per la tua salute generica. 

Esercizio fisico e riposo

riposo ed esercizio fisico

L’esercizio fisico ed il riposo sono delle vere e proprie armi nel tuo plotone per combattere la barba a chiazze, questo perché con l’attività fisica riuscirai ad attivare la circolazione, favorendo un flusso sanguigno più celere e senza intoppi, portando nutrienti alla zona del viso della barba e facendo crescere la barba. 

Allo stesso modo invece il riposo serve per tenere sotto controllo tutte quelle situazioni stressanti, difficili, che mettono a dura prova l’organismo e che finiscono per diventare deleterie su capelli e barba. Riposati almeno 7 ore al giorno, prediligendo il sonno prima della mezzanotte, rispetto a quello successivo. 

Il trapianto di barba

Come per il trapianto dei capelli anche quello della barba può essere effettuato da chirurghi e dottori esperti, come è avvenuto nel 2014, anno del boom in Inghilterra dei trapianti di barba, con quasi 5000 casi, come puoi leggere in questo articolo.

Sembra che sia il pizzo, l’elemento della barba ad essere più richiesto per essere infoltito, strano ma vero!

 

Leave a Reply