Prurito della barba: 10 consigli fondamentali da seguire

Stai crescendo la tua barba lunga, è lucida, folta ed in piena salute, però non riesci ancora a capire cosa provochi così tanto prurito della barba, in un modo così intenso e fastidioso.

I primi segnali di un’irritazione della barba provengono dal mento screpolato, e, in concomitanza con questo anche lungo il collo c’è dell’irritazione della barba. 

Se sei il fortunato possessore di una barba secca, dura e ispida, abbastanza pungente, non disperare, perché non sei l’unico a dover convivere con irritazione e cute desquamata.

Se infine hai una barba con molti peli ricci, e cerchi dei pratici rimedi, per renderli morbidi e ordinati, allora devi consultare questi 10 utilissimi consigli.

Prurito della barba: 10 consigli fondamentali 

prurito della barba 10 consigli

Iniziamo subito con i 10 consigli che andranno a ridurre sia il prurito della barba lunga che l’irritazione prima e dopo della barba rasata:

1. Lava regolarmente la tua barba lunga: Non c’è via di fuga, è ormai noto che il prurito della tua barba incolta che provoca cute arrossata ed a volte anche forfora dipende dalla presenza di batteri e funghi della barba, presenti normalmente sulla nostra pelle.  

Detriti ambientali, sporco, residui di cibo, cellule di pelle morta sul viso, polvere vengono attratte quasi naturalmente da parte della barba. 

Se queste cellule di sporco, restano per molto tempo sulla cute, si andranno ad impastare con il sebo ed il sudore, prodotti naturalmente della pelle, provocando l’arrossamento ed il prurito della barba. 

E’ importante se non fondamentale conoscere ogni quanto lavare la barba (1-2 volte a settimana) utilizzando sempre i migliori shampoo da barba, evitando anche il problema della pelle secca sotto la barba.

2. Non esagerare nel detergere la barba: Se è vero che l’irritazione da barba lunga è sempre più frequente, in quanto tutti tendiamo a giocare con le mani tra la barba, sporcandola, è altrettanto vero che non devi assolutamente esagerare con un uso smodato del detergente per la barba. 

E’ sempre più frequente la forfora in faccia, che provoca rossore, infiammazione, eczema e psoriasi nella barba, e la spiegazione dietro la sua manifestazione è davvero semplice. 

La cute per proteggersi da batteri, funghi, miceti e sporcizia è rivestita da un involucro di natura lipidica fluida, che si chiama sebo, che insieme al sudore forma il film idrolipidico, donando struttura, resistenza e protezione da agenti esterni, potenzialmente dannosi al follicolo pilifero. 

Quando si utilizza lo shampoo per barba, a volte troppo aggressivo questa protezione grassa per la nostra barba viene portata via in maniera molesta, e genera il prurito della barba. 

Tutto ciò si traduce in una cute più sensibile ed esposta a problemi quali: cute desquamata o dermatite della barba, prurito e macchie sulla barba; i rimedi per ovviare a ciò sono rappresentati da shampoo effettuati una volta massimo due a settimana, delicati e con funzione anti-microbica e anti-infiammatoria. 

3. Risciacqua la tua barba accuratamente: Se l’irritazione e il prurito da barba sono sempre più frequenti il motivo è da ricercare anche in uno scarso ed approssimativo risciacquo della tua barba, che ti lascerà con quel fastidioso prurito della barba ed irritazione generale. 

Se lasci tracce di shampoo o condizionante sulla barba il risultato sarà la presenza di pelle secca e di prurito al volto, che poi dovrai mitigare con una crema idratante sulla barba. 

4. Asciuga la tua barba in maniera ineccepibile: Un altro fenomeno che capita sempre più spesso è la presenza sulla barba delle doppie punte, che sono il risultato di mancate o incorrette asciugature della barba. 

Si perché dopo lo shampoo per idratare la barba ed impedire che si verifichi la desquamazione della pelle del viso, bisogna asciugare per bene la barba, assicurandosi di rimuovere tutti gli eccessi di umidità.

E’ l’umidità in eccesso, non asciugata che genera le doppie punte nella barba; se una tovaglia in micro fibra pulita non è sufficiente, puoi asciugare la tua barba con un phon, a distanza corretta utilizzando una velocità media. 

5. Utilizza un olio da barba: La scelta di un corretto olio da barba sulla tua barba lunga ti permette di scongiurare il rischio di: irritazione alla pelle della barba, la comparsa di brufoli dopo che hai rasato la barba , dermatite da barba e prurito in faccia. 

L’olio da barba andrà a creare una barriera sulla cute, andando a proteggerla, a renderla idratata ed eventualmente andrà a calmare il prurito ed irritazioni da barba grazie alla presenza di oli essenziali. 

6. Radi e regola spesso la lunghezza della tua barba: Se hai una pelle sensibile e soffri di prurito alla barba, che punge ed ha un bello spessore, forse è arrivato il momento di accorciarla e raderla con un regolabarba.

Molto spesso avere dei peli lunghi è controproducente, perché vanno a punzecchiare la cute, l’ideale è mantenere la lunghezza della barba entro un certo range di comodità ed utilità.

7. Pettina e spazzola la barba: Ricordati di direzionare sempre la barba con un pettine o una spazzola seguendo il verso naturale della stessa. 

Inoltre sarà come ricevere un dolce e coccolante massaggio sulla tua pelle, che andrà anche a promuovere la micro-circolazione sanguigna locale, garantendo anche la crescita e lo sviluppo della tua barba. 

8. Mangia e vivi in maniera sana e spensierata: Sembra un’utopia, lo so, specialmente con i tempi che corrono, ma l’alimentazione per la salute della barba gioca un ruolo fondamentale. 

Non dovranno mai mancare alimenti per la barba ricchi di grassi polinsaturi, vitamine, specialmente quelle del gruppo B,C,D ed E, e un giusto quantitativo di proteine (biotina), per sviluppare peli della barba più forti e resistenti ed annullare la possibile insorgenza di peli incarniti.

alimentazione e prurito irritazione della barba

9. Bevi tanta acqua e tieni lontano gli “stress triggers”: Gli stress triggers, altro non sono che i fattori che provocano stress e squilibri interni, possono essere fattori emozionali o fisici. Pensiamo alla fine di una relazione, ad un lutto o ad un nuovo incarico stressante, sono tutti fattori che influenzano sulla quantità e qualità della nostra barba, come vale anche per i capelli.

La mindfullness, esercizi di respirazione controllata, fare yoga, sono attività che aiutano a ridurre i livelli di stress; oltre a un fondamentale e sempreverde riposo ottimale.

 Per l’acqua invece di consiglio di bere almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno, perché l’acqua è vita, e, con l’aria sono le due componenti vitali per la salute ed il corretto funzionamento del nostro organismo e della tua barba. 

10. Evita fumo, alcool e sostanze psicotrope: Il fumo, della sigaretta e non, fa malissimo alla tua salute ed alla barba in secondo luogo.

Molte volte, nei casi di barbe lunghe, si annida lo sporco e di residui di cenere nel baffo, rendendolo maleodorante ed ingiallendolo esternamente. Lo stesso vale per alcool e altre sostanze psicotrope ingiallenti come il caffé, che macchiano i peli della barba e dei baffi. 

Come evitare le irritazioni da rasatura

Il primo aspetto da valutare è la tipologia di pelle: sottile, media o spessa, e la sensibilità della stessa.

Scopri come curare e trattare le irritazioni da rasatura con questi 3 accorgimenti, così potrai evitare il fastidioso prurito della barba: 

  • Utilizzo di un pre-barba: Il pre-barba si trova sotto-forma di crema o gel, contenente tante sostanze esfolianti e lenitive, un esempio è il mentolo che lavora da cicatrizzante, il rosmarino per la circolazione e le sostanze grasse, che fungono da barriera protettiva all’aggressività della lametta da barba. La crema pre-barba è anche annoverata tra i rimedi per l’irritazione del collo  sulla barba, nella maniera in cui ammorbidisce e disciplina il bulbo pilifero.
  • Controllare il verso della barba: Quando si parla di rimedi naturali per l’irritazione della barba il mio pensiero va all’attenzione che devi porre quando radi la barba, in particolar modo l’accortezza a seguire i versi della tua barba. E’ comune trovare all’altezza del collo delle “rose” o “vortici”, dove la barba assume dei versi circolari e vorticosi. L’ideale è seguirli laddove possibile, al contrario puoi andare verso il basso fino a metà collo, mentre risalire per gli ultimi 2-3 cm verso l’alto.
  • Evita indumenti con fibre sintetiche: Le fibre sintetiche sono comode, moderne e permettono una buona traspirazione, ma spesso e volentieri vanno in combutta con l’irritazione dopo la rasatura. Infatti le fibre sintetiche sfregando con la pelle del viso e della barba provocano rossori, rush cutanei e brufoli da barba. Scegli sempre indumenti con fibre naturali e controlla, per quanto ti sia possibile, la loro provenienza.

Altre cause del prurito della barba sono la comparsa di infiammazioni cutanee, quali la follicolite e la pseudo-follicolite ma anche la forfora della barba, avvenimento sempre più frequente negli amanti della rasatura tradizionale. 

 

Leave a Reply