perchè nascono brufoli da barba

Brufoli da barba: perché nascono e come trattarli

Dopo la rasatura si sa, la pelle è esposta ad irritazioni, bruciori e gli anti-estetici brufoli da barba del post-rasatura.

La predisposizione genetica concorre ad aumentare il rischio di controllare quella che è nota come Pseudofolliculitis Barbae, ovvero l’insorgenza dei brufoli da barba dopo la rasatura. Talvolta può essere anche accompagnata da un’irritazione abbastanza dolorosa.

Da non confondere con la follicolite della barba, di natura batterica, dove lo Staphylococcus Aureus va ad attaccare il follicolo pilifero.

Brufoli da barba
Folliculitis Barbae in un giovane adolescente

Perché nascono i brufoli da barba?

Il problema si verifica quando i peli altamente curvi ricrescono nella pelle provocando infiammazione e una reazione da corpo estraneo.

Nel tempo, questo può causare cicatrici cheloidali (crescita anormale di tessuto fibrotico) che assomigliano a protuberanze della zona della barba e del collo.

La rasatura affila le estremità dei peli come una lancia, rendendole ovviamente delle aguzze lame, aggressive per la pelle. I peli poi si incurvano di nuovo nella pelle causando quella che è conosciuta come pseudofollicolite barbae.

Un trattamento che funziona al 100% consiste nel lasciare crescere la barba, sicuramente un fattore positivo di curarne una!

Una volta che i peli raggiungono una certa lunghezza, non ricresceranno nella pelle, dato che la lunghezza li ammorbidisce e impedirà che questi si ricurvano.

Nella maggior parte dei casi, evitare completamente di radersi per 3-4 settimane fino a quando tutte le lesioni non si sono attenuate è la soluzione migliore.

Migliori pratiche per i peli incarniti o le irritazioni da rasoio

Pseudofollicolite brufoli da barba
L’incidenza di Pseudofolliculitis Barbae nella popolazione afro/afro-americana è del 60% rispetto al resto della popolazione

I peli incarniti sono anche conosciuti come “irritazioni da rasoio” ed indicano una condizione abbastanza comune della pelle, nello specifico di persone aventi i capelli con la tendenza ad arricciarsi o crescere lateralmente nel follicolo pilifero.

Spesso si evidenzia sottoforma di acne, formata da minuscole protuberanze rotonde, ed alcune di esse hanno dei brufoli con dei peli intrappolati sottopelo al loro interno, abbastanza visibili dalla punta.

Molte volte sono accompagnati a pustole e causano uno scolorimento della pelle; in altri casi sono invece sia dolorose e pruriginose, oltre che essere esteticamente deturpanti.

Dunque c’è una predisposizione genetica a soffrire di brufoli da barba nelle popolazioni africane o afro-americane per il 60% rispetto a quelle caucasiche o asiatiche.

Secondo un’analisi scientifica del dottor. Elbuluk del diparimento di Dermatologia presso il NYU Lanogne Medical Center,i vari tipi di: epilazione, ceretta, rasatura, rimozione dei peli con la pinzetta o con filo possono tutti portare a peli incarniti.

Cosa evitare quando c’è un brufolo da rasoio

Irritazione post-rasatura e brufoli da barba

Dovrebbe assolutamente essere evitato di tirare fuori i peli dalla “protuberanza” in maniera spartana e poco ortodossa da casa, colpendoli con un oggetto appuntito o con le pinzette, poiché questo può potenzialmente introdurre nuovi batteri nel follicolo ed esacerbare il problema.

La soluzione migliore

I peli incarniti che sono gravemente irritati e/o infetti sono trattati, nel migliori dei modi da un dermatologo certificato.

Un dermatologo può anche raccomandare un regime di lavaggi e creme antibatteriche e retinoidi topici che possono aiutare a trattare l’area e prevenire futuri peli incarniti.

Esistono poi prodotti da banco, contenenti perossido di benzoile, così come ingredienti esfolianti come l’acido glicolico e l’acido salicilico, che possono senza dubbio aiutare nel trattamento e nella prevenzione dei peli incarniti.

Metodi per facilitare la rasatura

Facilitare la rasatura da irritazioni“Un corretto stato di idratazione ed un corretto procedimento di esfoliazione della cute, permettono di mantenere la cute sempre elastica, e meglio predisposta alla rasatura.

Oltre a quanto già detto, ci sono gli indiscutibili benefici di rimuovere la pelle morta ed i peli che potrebbero ostruire i follicoli piliferi.

Inoltre ne beneficerà molto anche la giusta direzione di crescita del pelo, che non sarà in nessun modo compromessa”, come afferma il Dott. Elbuluk.

Suggerimenti pratici per brufoli da barba e peli incarniti

Suggerimenti per radersi tranquillamente

Per evitare i problemi collegati come le irritazioni da rasatura o i brufoli da barba, ecco alcuni semplici suggerimenti pratici da attuare per evitare spiacevoli incovenienti:

  • Radersi nella direzione della crescita dei capelli: segui il verso naturale di crescita dei tuoi peli facciali, e non sollecitarli troppo.
  • Evitate di radervi più volte sulla stessa area: passare il rasoio più e più volte sulla stessa zona la renderà più fragile e tendente all’arrossamento.
  • Evitare di radere i peli/capelli troppo vicini alla pelle: scegli un rasoio elettrico che non sia troppo aggressivo o una lametta da abbinare al rasoio non molto affilata
  • Radersi meno spesso: radersi a giorni alterni, piuttosto che quotidianamente, migliorerà la pseudofollicolite barbae o attenuerà la comparsa di brufoli da barba.
  • Se utilizzi una lametta da barba: assicurati che la pelle sia bagnata prima di radersi e utilizzare una crema da barba, un gel o una schiuma idratante durante la rasatura, per preparare la pelle allo shock della lama “a crudo”.
  • Utilizza creme o forbicine per la rimozione dei peli: al posto di rasoi a lama può talvolta aiutare a ridurre la comparsa di peli incarniti, molto varia da persona a persona.

“Una delle cose peggiori da fare quando si hanno i brufoli da barba è continuare a radersi e rimuovere i peli nella stessa regione cutanea”, consiglia il dottor Elbuluk. “È meglio aspettare fino a quando le irritazioni da rasoio si sono risolte prima di tornare a radersi o impegnarsi in un’ulteriore asportazione dei peli dall’area interessata.”

Posso utilizzare un rasoio elettrico?

L’uso di un rasoio elettrico può anche aiutare la condizione negativa dei brufoli da barba, perché non taglia così vicino alla cute, come fanno ad esempio le lamette o gli usa e getta.

Usa il rasoio elettrico, prestando particolare attenzione a distanziare la lama radente da quella fissa, includendo dove possibile un pettine distanziatore, per evitare la rasatura ravvicinata e prepara la barba al rasoio elettrico prima della rasatura.

Non stendere troppo la pelle durante la rasatura e raditi seguendo sempre il verso della stessa.

Non premere con forza la testa del rasoio contro la pelle, o rischierai di peggiorare la situazione i brufoli da barba.

Meglio del rasoio elettrico è il tagliacapelli da barbiere (con protezione per il taglio) per evitare di radersi a meno di 1 mm di taglio rispetto alla superfice cutanea.

 Elettrolisi e laser per brufoli da barba: funziona?

L’elettrolisi e la depilazione laser dovrebbero essere prese in considerazione quando tutto il resto fallisce, ma sono delle sedute costose e richiedono visite ripetute. C’è un rischio minimo che restino delle cicatrici. Alcune compagnie di assicurazione però provvederanno a coprire alcuni o tutti i costi.
 
Fonti ricercate per l’articolo:

American Osteopathic College of Dermatology

Science Daily

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Gentiluomo

Signori si nasce, non si diventa.