Irritazione della barba 7 rimedi pazzeschi

Irritazione della barba: 7 rimedi pazzeschi

Sia che tu abbia appena iniziato a farti crescere la barba, o che tu ce l’abbia già da un po’ di tempo, probabilmente hai avuto a che fare con la sgradevolissima irritazione della barba.

A volte il prurito può essere appena percettibile, ma potrebbe anche diventare molto importuno, poiché i graffi costanti e ricorrenti possono contribuire a far sentire la pelle ancora più irritata.

Segui questi 7 pazzeschi rimedi per liberarti dell’irritazione e rossore alla barba e su come anche tu potrai lenire la pelle secca sotto la barba.

Irritazione della barba: 7 rimedi pazzeschi

7 rimedi pazzeschi irritazione della barba

  1.  Mantenere il viso pulito: Lavare accuratamente e con regolarità la barba previene la formazione e il cumulo di sporco e di batteri. Garantirà inoltre che la pelle non diventi troppo grassa, scaturendo condizioni di forfora e di irritazione della barba. Detergere la barba ed il viso ogni giorno con acqua tiepida ed detergente studiato per il viso è l’ideale. Ci sono molti prodotti specifici per barba che possono essere applicati durante o dopo il lavaggio. Questi sono disponibili per l’acquisto online, ed io ho scritto una recensione sui migliori shampoo da barba.
  2. Facendo frequenti bagni o docce: Fai il bagno o la doccia ogni giorno o quantomeno una volta ogni due giorni. Non utilizzare dell’acqua eccessivamente calda e non rimanere troppo a lungo nella vasca da bagno o nella doccia, oppure l’effetto finale sarà l’opposto di quello ricercato.
  3. Condizionare la barba: I peli facciali condizionati (ammorbiditi attraverso l’uso di un balsamo per barba) la renderanno più morbida e meno incline ad irritazioni della barba. Ad esempio l’applicazione di oli da barba contenenti oli di Jojoba o di Argan possono mantenere la cute ammansita più a lungo e scongiurare il rischio di irritazione della barba.
  4. Evita prodotti chimici: Durante la rasatura o il taglio della barba, cerca di non utilizzare schiume, lavaggi o lozioni che contengono sostanze chimiche aggressive. Scegli un’alternativa naturale, o un prodotto che non contenga SLS, SLES, parabeni, siliconi e derivati del petrolio.
  5. Consenti una rilassata crescita: Quando si fa crescere la barba, evitare di radersi o tagliare la stessa fa in modo che i capelli possano avanzare oltre il follicolo e non incastrarsi nella pelle stessa ricurvandosi. Ciò ridurrà i rischi di irritazione della barba e danni ai follicoli piliferi. Specialmente se pettini e spazzoli la barba con frequenza.
  6. Uso di farmaci: Possono essere prescritti appositi farmaci per trattare le condizioni sottostanti. Se la causa di una barba pruriginosa è una condizione della pelle sottostante, un medico può prescrivere farmaci per affrontare il problema. I farmaci più comuni includono: Unguenti specifici o creme contenenti acido lattico e urea, combinate per combattere la xerosi (secchezza cutanea). Questo contributo aiuterà a trattare la pelle secca. Sostanze antibatteriche, attaccheranno il problema alla radice, ovvero combattere le infezioni di natura batterica. E non solo, come vedrai in seguito, alcuni fastidi sono conseguenziali ad un problema di natura fungina, che si tratta con sostanze e creme anti-fungine. Mente si utilizzano i corticosteroidi o i cortisonici se la causa per la quale avviene l’irritazione della barba non è di natura infettiva. Un esempio è l’Idrocortisone prescrivibile per trattare l’eczema seborroico o dermatite seborroica se l’infiammazione non è infettiva. Il Ketoconazolo (Nizoral) se la causa della dermatite seborroica è un’infezione fungina.
  7. Depilazione laser: Se il prurito diventa cronico, che si verifica con frequenti attacchi di infezione e infiammazione della barba, un medico può suggerire la depilazione laser. In alternativa, un medico può raccomandare una procedura che prevede l’incisione per drenare bolle o foruncoli, ed espellere così il pus in eccesso. I carbonchi (antraci), noti anche come ascessi cutanei, sono dei gruppi di foruncoli che possono causare o aggravare le infezioni e irritazioni della barba. La terapia fotodinamica (leggera) è un’altra opzione di trattamento, la quale può essere efficace nel combattere l’infezione e l’infiammazione dei follicoli piliferi.

Perchè soffro d’irritazione della barba?

Perchè soffro irritazione della barba

Alcune delle cause per cui si presenta l’irritazione della barba sono minori ed altre invece sono maggiori, e potrebbero richiedere anche l’utilizzo di trattamenti più importanti, specialmente nei casi in cui è necessario se non fondamentale un supporto del medico (dermatologo).

Crescita dei peli sul viso

Crescita di peli sul viso

A seconda della modalità con la quale si sviluppano e crescono nuovi peli o nuovi follicoli, il processo che porta allo sviluppo della barba può generare prurito o irritazione della barba.

Dopo l’atto della rasatura, la barba, in particolar modo i peli hanno un bordo tagliente, che rimane all’interno del follicolo pilifero.

Man mano che questo pelo cresce, il bordo acuminato può anche andare a graffiare il viso o i follicoli circostante e scatenare prurito e irritazione della barba.

Anche se una persona era solita radersi regolarmente con una frequenza costante, ed inizia a far crescere la barba, tutto ciò può condurre ad un’irritazione distesa dei follicoli piliferi, che termina attraverso una situazione di notevole sconforto.

Pelle secca

Pelle secca irritazione della barba

Sempre più uomini iniziano a sperimentare problematiche relative a pelle secca, disidrata e dall’aspetto ruvido.

La ragione di questa reazione cutanea avversa è da ricercarsi in:

  • L’utilizzo di prodotti o saponi per la pelle aggressivi o errati (es. Utilizzare lo shampoo dei capelli per la barba)
  • Lavare la barba con dell’acqua troppo calda, che sensibilizza la cute
  • I cambiamenti meteorologici del tempo
  • Una scarsa o mancata produzione di sebo e sostanze lipidiche protettive
  • Una condizione chiamata ittiosi fa sì che la pelle si ispessisca e diventi squamosa. Pensa che esistono circa 20 combinazioni di ittiosi differenti.

Solitamente, chi soffra di secchezza epidermica è perché hanno un gene eredito caratterizzante, trasmesso dai propri genitori. Utilizzare delle sostanze emollienti per nutrire ed umidificare la pelle, e al tempo stesso spazzolare la barba, per rimuovere l’eccesso di squame intrappolate e gestire così il fenomeno dell’ittiosi e relativo all’irritazione della barba.

Altri fenomeni a carico del derma, che di solito generano un meccanismo di grave secchezza cutanea sono la psoriasi ed eczema, che provocano allo stesso modo prurito ed irritazione della barba.

Peli incarniti

Peli incarniti irritazione della barba

Allo stesso modo del caso dei bordi affilati dei peli appena rasati, analogamente quando un pelo è stato tagliato e tende a crescere verso l’interno questo tenderà a tornare all’interno del follicolo pilifero: si tratterà allora di pelo incarnito. 

Come risultato finale, l’irritazione della barba può provocare anche una severa infiammazione ai danni del follicolo e generare fastidio e desiderio ardente di grattarsi il viso.

E’ molto comune avere peli incarniti manifestarsi sotto forma di protuberanze rosse, talvolta anche dolorose, gonfie e pruriginose. 

Dermatite seborroica

Dermatite seborroica irritazione della barba

La Dermatite Seborroica (DS) conosciuta altresì come eczema seborroico, è una condizione cutanea abbastanza frequente ormai ed evidenzia una pelle rossa e squamosa.

In altri casi invece è possibile che compaiano, al posto delle squame rossastre delle scaglie gialle ed untuose. Quando invece è presente su cuoio capelluto assume il nome di forfora.

Questa condizione si può manifestare sul viso di una persona e quelli individui con la pelle grassa sono particolarmente sensibili e predisposti a soffrirne.

Follicolite

Irritazione della barba follicolite

La follicolite è una manifestazione avversa, che si converte in un’infiammazione decisa a carico del follicolo pilifero. Se questo si verifica parimenti anche sul viso, allora potrebbe generare una condizione di prurito ed irritazione della barba.

I più comuni agenti-bersaglio di quest’infiammazione ai danni della barba è per mano di parassiti, batteri, funghi e peli incarniti, tutti potenzialmente causa di follicolite.

La follicolite è solitamente evidente, poiché i follicoli dell’area della barba appariranno rossi e possono essere doloranti e fastidiosi, molte volte anche sotto forma di vescicole.

Pseudofollicolite della barba

Pseudofollicolite della barba

E’ una condizione simile alla follicolite, non per questo si chiama pseudofollicolite, proprio perché i peli della barba possono andare a raschiare la parte interna del follicolo pilifero oppure tendono a curvarsi all’indietro, ed a crescere all’interno della pelle.

Questa condizione di infiammazione del follicolo prende il nome di “pseudofollicolite barbae”, che a sua volta può provocare anche irritazioni da rasoio urticanti e fastidiose. Non è raro anche trovare delle vesciche. A differenza della follicolite, la pseudofollicolite barbe non è causata dall’infezione, ma può generare fenomeni infiammatori.

Tigna della barba

Tigna della barba irritazione della barba

La “tinea barbae” o tigna della barba è causata da un fungo, che rende la pelle rossa, croccante ed infiammata e può anche causare eruzioni cutanee spiacevoli. Le guance, il mento e la bocca sono le aree più comunemente colpite e che soffrono maggiormente dell’invadenza di questo fungo.

Per il trattamento della tigna a carico della barba buoni riscontri si ottengono utilizzando dell’Acido Glicolico. 

Spunti finali

Il fenomeno di irritazione della barba è molto comune, soprattutto quando una persona si fa crescere la barba per la prima volta, o decide di smettere di radersi quando l’ha sempre fatto.

Mantieni il più possibile la tua barba pulita e lascia che i peli crescano prima della rasatura, questo può aiutare a ridurre al minimo il prurito e il fenomeno di irritazione della barba. 

Se il prurito è causato da un’infezione o da un problema sottostante, riconoscerlo e cercare un trattamento può prevenire ulteriori danni alla pelle e ai follicoli piliferi, dunque non inventarti medico, ma rivolgiti da uno specialista dermatologo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Gentiluomo

Signori si nasce, non si diventa.