Come far crescere la barba la guida

Come far crescere la barba: la guida

Ho deciso di scrivere una guida su come far crescere la barba dopo aver condensato, in parecchi anni di attività lavorativa, una discreta conoscenza su come avere a disposizione tutti gli strumenti e le facoltà per crescere una barba in maniera veloce e rapida.

Ci sono tantissimi articoli relativi alla crescita della barba, con molteplici dettagli ed approfondimenti, ma, se sei in difficoltà, continua a leggere qui sotto tutti i consigli per crescere una barba ottimamente.

Continua a crescerne una!

Come far crescere la barba: la guida

La fase iniziale di crescita

Fase iniziale far crescere la barba

Al primo posto delle azioni da compiere c’è sicuramente quella relativa all’armistizio di: rasoi shavette, rasoi a lamette, rasoi elettrici e regolabarba.

Sempre scontato e semplice, ma se continui a radere ogni due giorni, e non “riponi la spada” avrai poca speranza di poter crescere una barba nel breve-medio periodo.

E se da un lato ti disarmi degli utensili per la rasatura, dall’altro dovrai “armarti” di tanta tantissima pazienza ed una buona dose di fiducia nella crescita della stessa.

Stile di barba

A seconda del modello di barba scelto potresti aver bisogno di più o meno tempo, se per esempio l’obbiettivo è crescere un baffo a manubrio con un pizzetto a cinturino, ci potrebbero volere circa 3-4 settimane.

Mentre quando parliamo delle cosiddette barbe hipster, allora il tempo necessario per una crescita ottimale è oltremodo maggiore, in cui parliamo di circa 2-3 mesi di crescita continua ed ininterrotta.

Fattori che impattano sul processo di crescita della barba

Fattori che impattano per far crescere la barba

  • Genetica: Il tipo di barba che stai crescendo è direttamente esplicitata alla natura dei tuoi geni.  Infatti, il singolo fattore più significativo del motivo per cui la tua barba fa quello che fa (o non fa) dipende proprio dal tuo DNA. Anche se potresti non essere in grado di far crescere la barba nello stesso identico modo di tuo padre, nonno o bis bis bis bisnonno, i geni che determinano la durezza, il colore (o i diversi colori) e la lunghezza terminale della tua barba provengono dai tuoi antenati.
  • Età: La tua età aiuta nel determinare il tasso di crescita della tua barba ed anche la velocità con la quale “sbocciano” nuovi follicoli piliferi. Gli uomini iniziano a sviluppare i peli sul viso intorno ai 13 anni e praticamente non si fermano più. Certo, c’è sempre quel bambino delle scuole medie, ha la barba folta come quella di un diciottenne, ma in genere, la crescita dei peli più abbondante e più rapida si verifica tra i 25 ei 35 anni (a parte qualche sporadico caso). Quel tasso di crescita tende a rallentare mentre gli uomini invecchiano.
  • Testosterone: Dei livelli più elevati di testosterone aumentano le possibilità di crescita abbondante di peli, sia quelli sul viso che sul corpo. Il rovescio della medaglia, tuttavia, è che gli uomini con livelli più elevati di testosterone sono spesso più inclini alla calvizie a causa del diidrotestosterone (DHT), e dunque molto probabilmente più barba si traduce in meno capelli! Se ti chiedi perché così tanti uomini con la barba lunga siano anche calvi, è il DHT il probabile colpevole, ho scritto anche un articolo a riguardo, clicca qui. La scienza non è esattamente chiara su ciò che causa bassi livelli di testosterone con alcune ricerche che indicano che è genetico e alcune ricerche che dimostrano che l’ambiente circostante di un bambino influisce su di esso. Dunque non tutti possono avere la stessa tipologia di barba, folta e densa.
  • Sport: L’esercizio fisico, in particolar modo l’allenamento con i pesi, aiuta ad aumentare i livelli di testosterone. I movimenti ampi, funzionali e composti che reclutano più gruppi muscolari sono i più efficaci: tra i più comuni ci sono gli Squat, i Pull-Up, i Pushups ed i Deadlift (stacchi da terra). Se sei nuovo nel mondo fitness del sollevamento pesi, passa del tempo con un allenatore o un preparatore (vicissitudini permettendo). Fai attenzione però, perché una cattiva forma di esecuzione nell’esercizio rallenterà i risultati e causerà lesioni muscolari ed infortuni. Se sei stato sedentario, consulta un medico prima di iniziare qualsiasi nuovo regime di esercizio, ed effettua tutte le visite mediche del caso.
  • Alimentazione:  Una dieta a tutto tondo ricca di proteine, vitamine e minerali aiuta a sostenere la barba consentendole di massimizzare il suo potenziale di crescita (non dimenticare l’importanza della proteina “cheratina” per la crescita di capelli e peli). I tuoi peli facciali sono costituiti da proteine, dunque assicurarsi di averne abbastanza nella tua dieta è essenziale per far crescere la barba. Una mancanza di proteine ​​può rendere la struttura di baffi fragile e debole. Tra le vitamine più importanti per la crescita troviamo quelle del gruppo B, C e D, alla pari di zinco e ferro, aiutano anche a mantenere la barba sana e in costante crescita. Un trucco per far crescere la barba è scaricare un’app che ti permette di tracciare macro e micro nutrienti, un plus per la tua salute e per i tuoi peli facciali.
  • Riposo: Per migliorare il tasso di crescita ed anche la qualità è fondamentale dormire otto ore intere ogni notte. La temperatura corporea si abbassa Durante la fase di riposo e di sonno, si assiste ad un abbassamento della temperatura corporea, che porta ad un aumento della circolazione sanguigna, inclusa quella che si canalizza per la circolazione ai follicoli piliferi ed alle loro radici. Più nutrienti possono raggiungere il follicolo pilifero e le loro radici, meglio è.
  • Stress: Non è necessariamente uno scherzo quando qualcuno dice che lo stress ha causato la caduta dei capelli, qualcosa ne sa qualcosa vero? Lo stress, l’affaticamento e la stanchezza  possono infatti, modificare il tasso di crescita sia della barba che del cuoio capelluto perché indebolisce il sistema immunitario. Dunque un sistema immunitario indebolito significa una minore crescita dei capelli e lo stesso vale per i peli della barba, i quali non cadono, ma rallentano o arrestano la loro crescita.
  • Fumo: I rischi per la salute correlati al fumo del tabacco sono abbondanti, ma un rischio di cui potresti non aver sentito parlare è che il fumo può portare alla caduta dei capelli, barba inclusa. È solo un altro buon motivo per smettere di fumare le sigarette per sempre!

Idratare la barba

Far crescere la barba idratare

Un altro meccanismo utile per lo sviluppo di nuovi follicoli piliferi è quello di mantenere sempre la barba idratata.

Un secondo step per far crescere la barba è quello di idratare sia la barba ed i peli facciali che la pelle sottostante: un metodo per ammorbidire e nutrire la barba a fondo è di utilizzare un olio o un balsamo da barba.

Se non disponi inizialmente di questi accessori, puoi temporeggiare nel frattempo adottando una skin-care basata sull’utilizzo di una crema per il viso, semplice, veloce e facilmente assorbibile, assicurandoti di massaggiarla ben bene.

Importante è anche mantenere la condizione cutanea e della barba ottimale, lavando di tanto in tanto la stessa, con uno shampoo per barba specificamente realizzato. Sarà più facile far crescere la barba partendo da una condizione igienica ottimale.

Resistere al prurito della barba e riempire le chiazze

Far crescere la barba resistere al prurito

Per far crescere la barba appropriatamente dovrai per forza di cose passare per due ostacoli decisivi, che potrebbero anche farti vacillare nel far crescere la barba: il prurito e le zone vuote.

Per quanto riguarda il prurito della barba dovrai resistere alla tentazione di grattarti, anche se è dannatamente difficile. E’ come il vizio di “mangiucchiarsi le unghie”, se riuscirete a tenere a bada il vostro istinto vedrete che il prurito da barba si affievolirà sempre più fino a cessare del tutto.

Le chiazze o zone vuote della barba (alopecie) sono un problema che dovrebbe scomparire col tempo in cui vorrai far crescere la barba. Dai il tempo alla tua barba di crescere e vedrai che le zone d’ombra scompariranno completamente, in quanto verranno totalmente coperte dai peli del viso più lunghi.

Esistono delle lozioni o creme, a basi cortisoniche, ma consiglio di rivolgerti prima di un medico: sarà esclusivamente lui a valutare se ti sarà possibile utilizzare questa determinata tipologia di prodotti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Gentiluomo

Signori si nasce, non si diventa.