stess sedentarietà e capelli

Stress e capelli: come combatterlo in 3 mosse efficaci

In primavera si verifica una perdita abbondante di capelli che cadono nel lavabo oppure vengono trovati in gran quantità sul cuscino appena svegli. A tutto questo si affianca un periodo di stress e di sedentarietà forzata che di certo non contribuisce alla salute del cuoio capelluto.

Tuttavia il fenomeno della caduta dei capelli, soprattutto se si verifica all’inizio della primavera o in generale durante i cambi di stagione, non è molto preoccupante. Si tratta infatti di un cambiamento fisiologico del corpo che si adatta ai nuovi orari di luce, determinando così un’alterazione ormonale che provoca una naturale caduta dei capelli.

Se si vuole rallentare la caduta, per i capelli deboli esistono rimedi efficaci che migliorano lo stato di salute del cuoio capelluto e quindi, più in generale, il proprio benessere psicofisico.

 

La giusta alimentazione

alimentazione e stress dei capelli

Il nostro corpo, compresi i nostri capelli, si nutre di ciò che mangiamo e quindi è importante prestare grande attenzione all’alimentazione che deve essere ricca di frutta e verdura fresca. La vitamina B è una delle vitamine più importanti poiché rafforza la crescita del capello e riduce la formazione eccessiva di sebo, che rende grassi i capelli ed indebolisce il cuoio capelluto. Una buona quantità di vitamina B si può trovare nei cereali integrali, negli yogurt, nei piselli e nel pesce grasso. La vitamina C favorisce la crescita del capello ed è presente nei peperoni, nei kiwi e negli agrumi. La vitamina A, reperibile nelle patate dolci, nel fegato e nelle carote rinforza il fusto del capello. Infine la vitamina E è in grado di regolare la produzione di sebo e si può trovare nelle nocciole, nelle mandorle, nel riso integrale e nell’olio di oliva.

I capelli si nutrono anche di sali minerali che contribuiscono non solo a rafforzare ed irrobustire il capello, ma anche a donare la pigmentazione restituendo tono e colore. In una dieta equilibrata non possono mancare ferro, rame, zinco, selenio e manganese.

Come evitare di indebolire i capelli

È necessario sapere come fare uno shampoo per evitare di stressare eccessivamente i capelli dopo averli lavati. Innanzitutto non bisogna pettinarli o spazzolarli quando sono ancora bagnati, poiché risultano più suscettibili alla trazione e quindi più inclini a spezzarsi.

Prima di asciugarli con un phon è quindi consigliabile tamponarli energeticamente con un asciugamano assorbendo quanta più acqua possibile. Quando si passa alla fase di asciugatura il phon deve essere acceso a temperature basse ad una certa distanza dai capelli, per evitare di “bruciare” la radice o indebolire il capello. Chi ha una chioma particolarmente lunga o folta deve fare una pausa di tanto in tanto per consentire alle cuticole di raffreddarsi.

È poi opportuno evitare acconciature troppo stressanti, appesantite da eccessi gel o volumi di lacca, poiché rischiano di indebolire i capelli e favorirne la caduta.

Fare sana attività fisica

Attività fisica salute dei capelli

L’attività fisica è consigliata per contrastare la caduta dei capelli e per combattere i radicali liberi, anche se non bisogna pensare che abbia un effetto immediato e diretto. La caduta dei capelli generalmente è fisiologica, se invece si prolunga più del dovuto potrebbe dipendere sia da fattori genetici sia da fattori esterni come stress e ansia. Lo sport è uno dei migliori anti-stress, poiché consente di espellere tutte le tossine negative accumulate nell’organismo. Di conseguenza, scaricando lo stress, tutto il corpo ne trae beneficio ed il processo di caduta dei capelli segue il suo percorso di rigenerazione naturale.

I massaggi al cuoio capelluto

Un’altra pratica virtuosa che consente di migliorare la salute del capello è il massaggio al cuoio capelluto, soprattutto nella zona alta e centrale della testa durante l’applicazione dello shampoo. Bisogna sapere infatti che la caduta dei capelli è favorita dalla produzione eccessiva di DHT (diidrotestosterone), generato dal testosterone. Il DHT miniaturizza i follicoli piliferi rendendo più complicata la circolazione sanguigna e di conseguenza la ricreazione del capello.

Fare i massaggi in punti specifici consente invece di deattivare il DHT e ripristinare la giusta microcircolazione nei follicoli piliferi, che ritornano quindi a svolgere le loro naturali funzioni a beneficio della crescita del capello sana e rigogliosa. I massaggi vanno effettuati delicatamente con i polpastrelli mentre si risciacquano i capelli, alternando acqua tiepida ed acqua fredda.

L’utilizzo di prodotti specifici anti-caduta

Anche i capelli hanno bisogno di fare “ginnastica” ma con prodotti specifici che trattano con cura la salute del cuoio capelluto. I prodotti Alfaparf sono tra i migliori in circolazione poiché utilizzano ingredienti che non alterano il capello, ma lo proteggono e lo irrobustiscono in modo naturale.

Anche per i capelli prevenire è meglio che curare, quindi bisogna seguire una sana alimentazione, fare sport, evitare azioni dannose e utilizzare i giusti prodotti per tutelare e proteggere il proprio cuoio capelluto in modo da poter sfoggiare una chioma fluente e rigogliosa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Gentiluomo

Signori si nasce, non si diventa.