Stile di barba alla Verdi: un classico dal 1900

stile di barba alla Verdi

Lo stile di barba alla Verdi, fa riferimento al modello di riferimento indossato da Giuseppe Verdi, compositore di eccezionali opere liriche, riconosciute in tutto il mondo oltre che politico attivo nel processo che ha portato al movimento risorgimentale, conclusosi con l’Unità d’Italia.

Sarà importante modellare bene questo stile barbuto, in quanto una leggera modifica potrebbe vanificare completamente il desiderio di ottenere una barba curata e presentata alla perfezione.

Ma di che tipologia di barba si tratta? La barba alla Verdi è uno stile di barba corta e folta, molto tondeggiante, che annovera la presenza in abbinamento di un paio di bei baffi ben definiti e regolati, che cattureranno l’attenzione di decine, se non centinaia di persone incuriosite dal tuo look “stravagante”.

D’altronde un bel baffone è quello che caratterizza un modello di peli facciali come quello di Giuseppe Verdi. E’ un modo di portare la barba alternativo, un classico di uno dei migliori compositori della nostra storia italiana.

A chi si addice lo stile di barba alla Verdi

Peli facciali modello Verdi

Per indossare uno stile di barba alla Verdi dovrai aver maturato durante il tempo degli attestati simpatici di “personaggio curioso ed artistico”, avvezzo a provare e sperimentare modelli di barba così arditi e particolari.

Sicuramente si tratta di una scelta azzardata, non molto ordinaria, uno tra i tanti che ha provato questo stile è stato Jim Carrey, che, in una puntata di Jimmy Kimmel, uno show televisivo in onda negli USA ha sfoggiato una barba alla Verdi. Clicca qui per vedere la puntata in lingua inglese e vedere il suo stile, un genio della comicità e dello stile.

Teoricamente dei peli sul viso portati in questo modo potrebbero farti assumere un’aurea austera, rigida, data in prevalenza dalla pienezza della barba, tipica magari di chi ama leggere i grandi Classici della Letteratura ma anche passare una notte di svago in maniera folle. Scegli la barba alla Verdi se ami gli estremi e non ami configurarti nel “noioso mondo di mezzo”.

Forma di viso che si abbina a questa barba

La forma del viso migliore da abbinare ad un modello di barba alla Verdi è quella triangolare o a diamante. Sarà la presenza di zigomi e mascelle appuntite e spigolose, che vengono ammorbidite dalla rotondezza della barba e dal modello di baffi ben modellato e tagliato con le forbici.

Come far crescere un modello alla Verdi

barba verdi ritratto d'epoca

Il trucco per avere uno stile di barba alla Verdi è di lasciare crescere la barba fino al suo massimo livello, ti potranno servire un paio di mesi come anche un paio d’anni.

Una volta che i tuoi peli del viso si saranno attestati ed assestati su una lunghezza sufficiente, potrai utilizzare un rasoio elettrico o una macchinetta multifunzione per radere la forma lunga e sbilanciata in una tondeggiante e regolare.

Misurando la lunghezza dal labbro inferiore è buona norma non renderlo più lungo di 10 cm.

Come forma e caratteristiche, il Verdi assomiglia molto a quella a coda d’anatra, in quanto la parte inferiore della barba è più spessa e piena rispetto a quella superiore, formata dai peli del baffo e delle guance, che poggia su quella inferiore.

Molto importante è radere la zona superiore delle guance, leggermente, in modo da evidenziare nettamente il distacco corto-lungo dalla zona superiore progressivamente fino a quella inferiore. Dovrai inoltre mantenere i bordi della barba sempre entro certe lunghezze normali, o l’aspetto “malandato” della barba prenderà il soppravvento, un pettine da barba potrà aiutarti in questo.

Attenzione ai baffi

La lunghezza dei baffi non dovrebbe mai estendersi sotto gli angoli della bocca e sbattere contro questi, molte volte vengono rifiniti in modo tale che i bordi esterni del baffo si vadano a curvare verso l’alto. Non dovrà superare più di 1-2 cm l’angolo del baffo.

Insomma se vuoi essere un fedele verdiano dovrai per forzare di cose prestare maggior attenzione ed accortezza ai dettagli e alle lunghezze del tuo baffo.

Non è raro osservare uno stile alla Verdi insieme a un bel paio di baffi a manubrio da hipster, ed è per questo che ti consiglio di trattare la barba ed i baffi come due aree a sé stanti, da modellare e modificare in maniera indipendente, per forgiare uno stile completamente tuo.

Step by Step per una barba alla Verdi

È necessario seguire una scaletta precisa e meticolosa per padroneggiare questo stile di barba alla Verdi, partendo dai baffi:

  1. Applicare un olio per barba di origine naturale e vegetale, fino a quando i baffi non crescono sia in lunghezza e spessore.
  2. Una volta che attraverseranno l’area facciale superiore dei baffi inizia a roteare su entrambe le estremità gli stessi, formando una struttura leggermente curva o al massimo a manubrio.
  3. Puoi anche usare delle forbicine da barba per tagliare prima di tutto l’eccesso delle estremità e infine girarli per una finitura ulteriormente stretta e concentrica.
  4. Per mantenere la forma di baffo continuamente dovrai servirti di una cera per baffi professionale.

Per quanto riguarda la barba:

  1. La barba è davvero lunga, doppia e folta. Le basette vengono striminzite nella parte superiore e diventano via via più spesse mentre scendono. Va bene per uomini dal viso di forma triangolare, caratterizzati da un fondo stretto. Inoltre, è adatto per gli uomini con la faccia spigolosa rettangolare e quadrata per rendere l’aspetto più morbido e gentile.

 

 

 

 

Leave a Reply