7 consigli per ottenere una rasatura della barba perfetta

rasatura della barba perfetta 7 consigli

Per raggiungere una rasatura della barba perfetta occorre seguire dei piccoli e semplici consigli, per fare in modo che radere la barba diventi una passeggiata e non un dissanguarsi senza rimedio.

Sì, ma come faccio a rimuovere quel fastidioso alone della barba, che compare solitamente durante la ricrescita della stessa?

Vedremo in questa guida rapida come esiste un trattamento specifico pre-barba da effettuare, per preparare la pelle all’aggressività della lametta per barba.

E’ utile andare a preparare la barba per evitare un’eventuale irritazione della barba, specialmente nella zona del collo, o di un caso generico di pelle irritata dopo la rasatura della barba.

7  Consigli per una rasatura della barba perfetta


1. Conoscere i propri strumenti di rasatura

Se utilizzi un rasoio a mano libera o uno shavette, assicurati che questo sia stata affilato a dovere, per evitare l’effetto grattugia sulla pelle, che la porterà a sgranarsi e ad irritarsi, specialmente quando effettuerai il contropelo della barba. 

La Pogonotomia studia il modo esatto per impugnare correttamente un rasoio a mano libera ed in linea generale l’arte del radersi usando il tradizionale rasoio da barbiere. C’è uno studio ed un’esperienza annuale nel migliorarsi sempre più nella rasatura tradizionale con lo shavette o con il mano libera.

Inoltre anche la scelta del rasoio di sicurezza o del multilama fa la differenza: il primo va preferito al secondo, se sai come usare il rasoio, dato che i multilama sono troppo violenti sulla pelle, a causa dalla molteplice azione della lame. 

Per questo motivo dunque ti consiglio di scegliere delle lamette da barba per pelli sensibili, sia che tu debba radere la barba a zero sia che tu debba solamente rifinire una barba lunga. 


2. Quando è meglio radersi

Farsi la barba con la lametta al mattino è molto meglio rispetto a radere la stessa di sera: la pelle dopo una nottata di riposo sarà molto più elastica e ben irrorata dal sangue paragonata alla sera, dove il viso è stressato ed intrattabile. 

Tuttavia anche la sera è convenevole radersi la barba, in quanto subito prima di metterti a letto il flusso sanguigno del viso sarà ai minimi storici della giornata, garantendo una rasatura piacevole ed avvolgente. 

Avrai la nottata dunque per far stendere e riposare la pelle, oltre che lenirla da eventuali taglietti o irritazioni della barba, che possono essere evitando scegliendo dei tipi di rasatura non aggressivi.

Infine se hai una barba con dei peli morbidi è molto meglio raderti prima della doccia, in quanto con il calore dell’acqua il processo di apertura dei pori sarà di molto agevolato.


3. Usare dei prodotti pre rasatura o pre barba

Come abbiamo visto, per evitare l’irritazione da barba, dobbiamo utilizzare un olio pre o per la rasatura, in quanto alcune zone della rasatura, come quella del collo sono soggette a casi di follicolite da barba.

Prima di rasare la barba occorre sempre valutare in maniera attenta e scegliere secondo quale verso tagliare la barba, rasando seguendo il verso del pelo, ed eventualmente fare una seconda passata (chiamata rasatura contropelo).

Ci sono molte teorie a riguardo, personalmente reputo il contropelo una tecnica di rasatura che può provocare nella barba prurito e talvolta la presenza di rossore e sangue. 

Ti sconsiglio di raderti contro il verso del pelo in quanto è richiesta una grandissima conoscenza del proprio viso, della propria barba e delle rose dei venti o ritrose della stessa.

Specialmente se stiamo effettuando una rasatura su di una barba dura, che ha bisogno di passate con la lametta più energiche e vigorose.

Valuta sempre la delicatezza e sensibilità della pelle, ed anche la durezza ed i versi della barba; se è necessario, valuta anche l’utilizzo di un panno caldo, prima e dopo della rasatura. 

In questo modo scongiurerai il rischio di irritazione o arrossamento del viso e della tua barba, oltre al fastidioso prurito che solitamente colpisce la zona sotto al collo.  

Se vuoi ottenere una rasatura della barba perfetta dovrai investire qualche euro anche in un buon sapone da barba o in una crema per ammorbidire la pelle del viso, specialmente se hai la barba corta, quella di 2-3 mm, fastidiosa e pungente. 


4. Un buon pennello e sapone da barba

Non basta scegliere la lametta da barba migliore per ottenere delle sbarbate di una qualità e precisione superiori, nient’affatto! 

La scelta dovrà per forza di cose ricadere su un sapone, o su una crema da barba, dall’alto potere idratante ed emolliente, per sollevare i peli grazie all’azione rotatoria e meccanica del pennello, che faciliterà il radersi con la lametta.

Il pennello da barba, specialmente quello di buona fattura, è realizzato in setole di cinghiale o tasso, da preferire le seconde, sebbene il prezzo aumenti di conseguenza alla loro maggiore capacità di trattenere acqua e montare un sapone denso e vivo. 

I prodotti per la rasatura della barba esistono, e come tali non solo miglioreranno la qualità delle tue rasature, ma velocizzeranno il processo, facendoti risparmiare tantissimo tempo utile.


5. Fare la barba tutti i giorni: si o no

Per una rasatura della barba perfetta occorre davvero fare la barba tutti in giorni, ed in questo modo “indurire” la barba, oppure è controindicato?

In realtà non serve a nulla radersi ogni giorno per rendere la barba più folta e dura, non c’è alcun beneficio scientifico o dermatologico dimostrato. La crescita della barba è questione prettamente genetica o al massimo di salute ed integrazione alimentare.

Sicuramente se hai una pelle sensibile, la rasatura della barba con il rasoio è sconsigliata ogni giorno, perché non diamo la possibilità alla cute di rigenerarsi dallo stress e le irritazioni della pelle da barba. 

Invece, radersi la barba una volta ogni 3-4 giorni è il giusto compromesso per qualsiasi tipologia di pelle, piuttosto che fare la barba tutti i giorni. 

L’unico pregio riscontrato nella depilazione della barba da uomo tutti i giorni è quella di impedire che crescano peli incarniti, in quanto l’azione del rasoio a cesellare il pelo, impedisce che cresca e si attorcigli su sé stesso.

Tuttavia, se ti preoccupa rimanere con l’ombra delle 17 ore sulla barba, allora ti consiglio di rasarti con un rasoio elettrico, anche una volta ogni 2 giorni, in maniera veloce, senza pressare col rasoio contro il viso, per ovviare temporaneamente al problema. 


6.Rasoio elettrico o lametta

Anche qui, tutto dipende dalla tipologia di viso e di pelle, ed anche la modalità di preparazione alla rasatura della barba senza irritazioni.

La lametta ha dei notevoli vantaggi, in quanto a sensazione di liscio della barba e della pelle, rasatura profonda e scrupolosa senza paragoni e possibilità di radersi gettando una lametta, cambiandola con una nuova.

Tuttavia le pelli estremamente delicate, o anche quelle con delle allergie alle profumazioni o ai principi attivi dei saponi duri da barba, possono diventare ancora più “crudi” e fastidiosi, se ci passi sopra un buon rasoio affilato ad arte.

Il rasoio elettrico invece ha dalla sua un minor impegno nell’insaponare il viso ed ammorbidirlo, lo potrai utilizzare anche facendoti la barba a secco, senza schiume e saponi. 

Il difetto è che potrebbe scaricarsi la batteria, e lasciarti senza barba fatta e soprattutto con un dispositivo per raderti da ricaricare completamente altrimenti inutilizzabile.

Fortunatamente i rasoi elettrici moderni sono in grado di essere in funzione per una rasatura della barba perfetta anche con filo sotto carica. 


7. Solo colpetti decisi e la giusta angolatura del rasoio 

Un altro consiglio quando utilizzi un rasoio per radere i tuoi peli facciali è quello di procedere per colpi decisi ed evidenti, ossia non tentennare o tergiversare sulla stessa area di rasatura, o i rischi di irritazione e prurito potrebbero essere eccessivi. 

Oppure la rasatura della barba perfetta sarà solamente un lontano miraggio, se a questa ci aggiungi un rasoio troppo aperto nel radere o troppo chiuso, o finirai in ospedale per emorragia, o vedrai la tua barba rasa a zero nel 2021 (nella migliore delle ipotesi).

L’angolatura corretta con la quale rasarti la barba è tra i 30° ed i 45°, anche se, molti barbieri e professionisti del settore, hanno talmente tanto appresso l’arte del radere che aumentano anche l’angolatura fino a 60-70°, se non anche perpendicolare al viso, nei casi di veri e propri maestri artigiani.

Questo è possibile perché la pressione e l’affilatura della lametta stessa fanno la differenza quando devi ottenere una rasatura della barba perfetta. 

Se a farlo è poi un barbiere professionista, allora i consigli di rasatura si sprecano, in quanto avrà colpo d’occhio, delicatezza e leggiadria con il rasoio tra le mani meglio di qualsiasi altra persona al mondo. 


8. Devi andare di fretta: non raderti

Ultima ma non meno importante: prenditi tutto il tempo del mondo per radere la tua barba. 

E se hai degli impegni lavorativi, o extra-tonsoriali o li disdici o li rispetti, perché i tuoi peli facciali richiedono amore, cura e dedizione.

Oltre che un’immensa dose di pazienza e di tempo, specialmente per i primi tempi, se stai apprendendo l’arte del rasoio a mano libera o dello shavette.

Altrimenti la fretta ti impedirà di ottenere una rasatura della barba perfetta, con il rischio che oltre ad avere una pelle rugosa e spigolosa, sarà anche poco estetica per il gentil sesso. 

Leave a Reply