GUTTERIDGE_ilgentiluomo.it

I diversi modelli e stili di T-Shirt: tutte le caratteristiche

L’evoluzione della classica t-shirt è stata davvero impressionante.

Dalla prima tipologia, sviluppata negli Stati Uniti alla fine del 1800, questo capo di abbigliamento iconico ha subito varie trasformazioni che lo hanno reso sempre più versatile e amato.

Inizialmente, le t-shirt uomo erano utilizzate in ambito lavorativo, mentre adesso sono diventate un capo di moda che non può mancare all’interno del guardaroba maschile.

Vediamo, dunque, quali sono le principali tipologie e tutte le loro caratteristiche.

Le principali tipologie di t-shirt

Principalmente, le t-shirt si differenziano per il tipo di scollatura che dona a questo capo di abbigliamento uno stile moderno.

Lo stile più famoso è, sicuramente, quello a girocollo. Questo tipo di maglia è caratterizzata da una scollatura rotonda e di forma circolare, che si adatta in maniera perfetta al collo ed è indicata maggiormente a uomini con visi dalla forma allungata e spalle strette, così da dare una silhouette ben arrotondata.

Lo scollo a V che, a differenza del precedente, è caratterizzato da una forma a punta nella parte frontale della t-shirt, si adatta perfettamente a chi presenta un fisico dalle spalle larghe. Si abbina perfettamente con una camicia in jeans aperta.

Lo stile Henley, con la forma del collo a Y, è un misto tra le due tipologie precedenti di t-shirt. Infatti, ha una forma arrotondata, ma presenta dei bottoni al centro che possono rimanere sia aperti che chiusi.

Perfetta per chi ha un fisico muscoloso e ben costruito. L’aggiunta dei bottoni aumenta l’eleganza di questo capo di abbigliamento, pur rimanendo sempre casual.

Infine, abbiamo il colletto che richiama le polo. Questo tipo di maglietta è stato reso famoso dai giocatori di golf professionisti. La presenza dei bottoni dona un tocco di formalità al look. Un fisico longilineo si adatta perfettamente a questo tipo di t-shirt.

Le diverse vestibilità delle t-shirt: gli errori da evitare

Quando si acquista una nuova t-shirt è importante scegliere il modello dalla vestibilità più adatta al proprio fisico, evitando errori comuni.

Una maglietta aderente, per chi ha un fisico scolpito, mette in risalto il proprio aspetto. Una buona vestibilità, quindi, deve consentire alla t-shirt di adattarsi in maniera perfetta al busto, esaltando le linee del corpo pur rimanendo comoda.

Quando, invece, si sceglie una taglia errata, spesso si verificano due diversi scenari. Nel caso di t-shirt troppo grandi le maniche appaiono cadenti e si formano delle pieghe di tessuto sull’addome e sulla schiena.

Nel caso di taglia più piccola, invece, è possibile che risultino troppo corte o non adatte alla propria fisicità.

I diversi design delle t-shirt

Le t-shirt si distinguono per essere caratterizzate da design di vario tipo. Uno di questi è lo stile grafico. Molto spesso, questo capo di abbigliamento diventa una sorta di “tela artistica” che racchiude trame accattivanti e belle da vedere.

Altro stile è quello delle stampe sulla maglia. La fantasia e la creatività, in questo caso, non hanno limiti. Troviamo t-shirt con slogan di tendenza, immagini personalizzate e foto dei propri artisti preferiti. Sicuramente, si tratta del modello perfetto per esprimere la propria personalità.

Infine, per chi cerca qualcosa di meno ricercato, abbiamo lo stile semplice.
In questo caso, non sono presenti immagini o grafiche sul tessuto, ma solamente sfondi a tinta unica.

In ogni caso, gli stili di t-shirt sono stati pensati per dare un aspetto semi-casual e sportivo.

La caratteristica che le contraddistingue è che ognuno può creare, con lo stesso capo, innumerevoli tipi di outfit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Gentiluomo

Signori si nasce, non si diventa.