Come rasarsi i capelli da solo

Come rasarsi i capelli da solo: in 5 step

Cerchi dei consigli su come rasarsi i capelli da solo, comodamente da casa tua, in tutta semplicità?

Non immagini quanto lo voglia anche io!

La verità però è un’altra, senza un minimo di attenzione, pazienza e sacrificio non imparerai mai ad avere cura del tuo taglio in maniera molto più facile di quando ti dimeni senza un senso come un pianista impazzito che impugna il suo tagliacapelli con inefficaci risultati. 

Come rasarsi i capelli da solo in pochi step 

1. Bagna i capelli

Come rasarsi i capelli bagna i capelli

Può sembrare una banalità, una stupidaggine, in realtà bagnare i capelli, specialmente quando andrai a realizzare tagli maschili corti o cortissimi avrai tutto il supporto di una testa bagnata, con le ciocche di capelli ben visibili e sezionate appositamente. Bagnando i tuoi capelli potrai divertirti a modellare ed acconciare il tuo taglio di capelli seguendo anche dei tagli più elaborati e complessi. 

2. Regola il tuo tagliacapelli secondo la lunghezza desiderata

Regola il tuo tagliacapelli

Quando si parla di rasarsi i capelli da solo è importante il settaggio corretto della macchinetta per capelli, sia che tu voglia rasarti a zero sia che tu abbiamo bisogno di totale autonomia per dare una semplice spuntata ai tuoi capelli. Ricorda, almeno con cadenza settimanale, di effettuare una “manutenzione” del tuo taglio, per avere un look da uomo ed un aspetto più curato e piacevole in qualsiasi occasione. 

3. Non eccedere nel tagliare

Non eccedere nel taglio

Un errore abbastanza comune, quando si procede nel rasarsi i capelli da solo, è quello di eseguire dei tagli concettualmente sbagliati, come ad esempio lasciare un ciuffo sbilanciato, e di ritrovarsi con un taglio abbastanza asimmetrico ed irregolare, non un risultato che otterresti per esempio rivolgendoti da un barbiere professionista. In questi casi, anche pochi millimetri possono determinare un taglio poco o molto simmetrico. 

4. Procedi per zone

Procedi per zone come rasarsi i capelli da solo

Come prima cosa, ti consiglio di iniziare a rasare la parte temporale, ovvero le aree laterali della tua testa, in seconda battuta, prosegui con la zona posteriore, della nuca, per un effetto pulito e rasato corto. I movimenti devono essere regolari, abbastanza lunghi e fluidi, per rasarsi i capelli da solo potrebbe essere utile aiutarsi con uno specchio a muro. 

5. Rifiniture finali

Rifiniture finali

Infine dovrai procedere con la rasatura dei capelli di sotto, dietro la nuca per la rifinitura e nella zona retro-auricolare (dietro le orecchie) e delle basette, che potranno essere dritte, a punta o modellate a piacere. 

Come mantenere i capelli rasati 

Una soluzione non esiste, altrimenti i barbieri potrebbero dedicarsi al gioco delle bocce e gli hair-stylists chiuderebbero baracca, mantenere i propri capelli rasati l’unica soluzione è quella di rasarsi i capelli da solo spesso, almeno una volta ogni due settimane. 

Ogni 10-12 giorni divertiti a dare una ripassata al tuo taglio, in modo tale da non vedere allo specchio, peli ribelli ed osceni sbucare fuori da ogni dove, senza il tuo benché minimo controllo.

Mantieni sempre corte le zone del bordo nuca e delle basette: è lì che molto spesso cadono gli occhi più indiscreti, ed è lì che noi vogliamo l’attenzione ai dettagli di mantenere i capelli rasati senza problemi. 

Come radere i capelli a zero 

Radersi i capelli da solo

La moda lo chiede a gran voce, lo esige, lo pretende: capelli rasati a zero e un bel modello di barba lunga, meglio ancora se curata e gestita per bene. Il dualismo testa rasata e barba delineata e folta sembra essere una situazione di “win-win” che coinvolge tutti quelli uomini che decidono di radersi i capelli da soli, rifuggendo ai modelli di ragazzo con la coda e dai tratti più femminei. 

Per rendere la rasatura dei capelli più lunghi (oltre i 5-6 cm) comoda e meno “ostacolante”, è buona regola iniziare con un’accorciata contenuta, e proseguire via via regolando la levetta del tagliacapelli in modo da rendere il taglio sempre più corto fino a quando non raggiunge la lunghezza desiderata. 

Uno sbaglio comune quando si comincia con il rasarsi i capelli da solo è quello di lasciare qualche ciocca qua e là; per scongiurare quest’errore procedi con una misura del regolacapelli pari a 3 o 6 mm, che corrispondono ad un pettine numero 1 o 2; potrai sempre divertirti con le lunghezze intermedie (1,2,4,5 mm).

Scelta del tagliacapelli adatto per il tuo taglio

Per la routine di bellezza maschile, un buon tagliacapelli; ad ogni modo le migliori caratteristiche che un valido attrezzo per tagliare i capelli deve avere sono i seguenti:

  • Differenti pettini e lunghezze di taglio: un regolacapelli con un bel de sign, dei pettini distanziatori con diversi setting sarà molto più semplice rasarsi i capelli da solo.
  • Realizza sfumature notevoli: grazie alla levetta laterale con scatti di circa o,1-0,2 mm per ogni movimento potrai ottenere tagli maschili sfumati di tutto rispetto.
  • Potenza del motore e rapidità di taglio: un modello di acconciatura maschile tagliata in 10 minuti, paragonato ad uno ottenuto in 30 minuti ha dei notevoli vantaggi.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Gentiluomo

Signori si nasce, non si diventa.