Come avere una barba modellata in 10 minuti

Barba modellata introduzione

Non bastano soltanto barbe curate, profumate ed oleate a dovere, serve anche e soprattutto mostrare una sgargiante barba modellata. Il motivo è semplice: a nessuno piace avere la barba in subbuglio. 

La prima cosa che succede è che chi osserva la nostra barba disordinata collega questa ad una trascuratezza anche nell’estetica e nella quotidianità. E magari non è neanche così, semplicemente non hai abbastanza tempo per dedicarti alla tua barba modellata. 

E chi meglio di te conosce la tua barba, i versi con i quali cresce ed anche lo stile che più ti piace? E non disperare se non ottieni il risultato che desideravi, la barba ti ricrescerà. 

Barba modellata – Ecco gli step da seguire 

Prima ancora di scegliere dei tagli di barba devi capire in che modo la tua barba modellata possa abbinarsi bene con il tuo viso, dunque ecco a cosa dovrai prestare attenzione:

  • Scegli la forma ideale di barba: se ad esempio il tuo viso è perlopiù tondo, devi adottare dei tagli di barba che mostrino la tua barba completa, in tutta la sua pienezza. Invece se la tua tipologia di viso è più sottile opta su stili di barba che te la vadano a rendere “fit” ossia snella e che si adatti perfettamente alla tua tipologia di viso. Così otterrai una barba modellata alla perfezione
  • Disciplina i peli della barba: dovrai fare in modo che tutti i peli, anche quelli più testardi, seguano lo stesso verso. Ovviamente sarai tu a doverli direzionare sfruttando l’aiuto di una spazzola, ancora di più se questa è la miglior spazzola da barba.
  • Rimozione peli in eccesso e sistemata alla basette: Sono sicuro non vorrai apparire come Shrek dopo una notte burrascosa con Fiona. I peli che sono più lunghi rispetto al resto della forma vanno rimossi accuratamente, senza rimuoverne troppi o ne inficerà la qualità finale della barba modellata. Anche e soprattutto tutto ciò che fuoriesce sulle guance, so che sarebbe preferibile rimuoverli in altri modi, tuttavia fallo ogni qualvolta, in modo da toglierti il problema definitivamente
  • Pulisci tutto ciò che esce fuori dal collo: se hai una linea del collo di barba ben evidente, rimuovi l’eccesso che non consente di ottenere una barba modellata linearmente
  • Controllata sommaria finale: non vorrai mai andare in giro con peli che fuoriescono dalle orecchie o che magari ti procurano fastidio mentre mangi una bella zuppa calda, specialmente d’inverno. Anche qui dovrai rimuovere, armandoti di pazienza, tutti i peli in eccesso.

Tagli di barba: ecco quali scegliere

Barba incolta

 Ci mette solamente un paio di giorni a crescere e a donarti l’effetto desiderato, ma le soddisfazioni che ti darà questa barba modellata saranno incontestabili. 

barba modellata barba incolta

Un taglio di barba incolta

Per mantenerla sempre della lunghezza desiderata occorre tagliare ogni giorno con un regolacapelli o regolabarba, in modo da mantenerla corta. 

Tra i tagli di barba questa è quella che ti dona più grinta e dona volume anche se non hai tantissima massa di barba, in quanto i “puntini” di ricrescita della barba la fanno apparire “più piena” di quello che in realtà è.

Lasci “sfogare” la tua barba dagli 1 ai 3 giorni e osservi il risultato con attenzione, se noti che non è cresciuta in maniera apprezzabile, allora dalle qualche altro giorno, massimo 5 o 6 per avere anche tu una taglio di barba incolta. Non tutti quanti crescono la barba con le stesse modalità, ma soprattutto con la stessa velocità.

Se poi ricerchi uno stile più dappered ossia più altisonante ed elegante, allora sarebbe una buona idea rendere più corta la zona in corrispondenza della linea del collo e in prossimità delle guance. In modo di avere un taglio di barba pulito e raffinato.

Barba a filo d’erba

Tra gli stili di barba è quello che predilige chi riesce a crescere una barba in maniera completa, e, generalmente richiede da un paio di settimane finanche ad un mese di crescita. 

E’ una tipologia difficile di barba da mantenere, in quanto non sono ammessi i peletti più lunghi che fuoriescono, dunque la tua pazienza costituirà nel mantenerla sempre pulita e con le lunghezze tutte alla pari. 

Se per una qualsiasi ragione, non hai molto tempo o spazio adeguato da dedicare a quest’attività di regolare da solo la barba, puoi sempre affidarti al tuo parrucchiere o barbiere di fiducia. 

Barba al Naturale

barba modellata al naturale

Questo tra gli stili di barba è uno dei più semplici da ottenere, infatti tutto quello che dovrai fare è lasciare che la barba che cresca. E’ il contrario dello stile di barba che ti ho mostrato in precedenza, la manutenzione qui per la tua barba è vicinissima allo zero. 

Anche se, darle una spuntata alle puntine fastidiose che escono vale sempre come una regola generale, inoltre dandole sempre una “registrata” aiuterai la stessa a crescere più compatta e piena. 

Nel seguente caso ti affiderai totalmente a due fattori: la tua genetica, che determinerà la pienezza e lunghezza della tua barba, ed infine l’alimentazione. Quest’ultima invece determinerà altre caratteristiche secondarie, come la lucentezza, durezza al tatto e pettinabilità. 

Ovviamente senza mai sottendere l’importanza di pettinarla, lucidarla con degli oli da barba e utilizzare una spazzola per direzionare i peli nella maniera più corretta.

Basette 

barba modellata basette

La barba modellata nell’uomo è importante tanto quanto lo sono le basette, questo perché sono la porzione tra capelli e barba più comune e facile da definire. Eccetto i casi di sfumature a zero, in quei casi non penso abbia granché sfoderare dei bei basettoni alla “Blues Brother”, il risultato sarebbe alquanto imbarazzante. 

Inoltre le basette le riconosceresti anche in mezzo a tante altre sfaccettature del viso di una persona, perché sono lì, sono evidenti, nessuno può rifuggire alle basette. E dopo questa cavolata filosofica passiamo al loro modo di portarle, la maggior parte degli uomini le porta sempre in ordine, ad una data altezza intermedia.

Per capirci alla metà perfetta in corrispondenza del trago, quella porzione dell’orecchio che somiglia ad una linguetta. La buona regola dell’uomo civilizzato e non imbruttito sarebbe quella di non avere basette lunghe oltre il lobo. Sarebbe un oltraggio, ma a pubblico femminile, non ufficiale. 

Sinceramente la basetta nell’uomo completa non sento di consigliarla, in quanto il più delle volte risulta desueta e raramente sta bene a qualsiasi uomo, a meno che non vivi  agli inizi del 1800 e ti chiami Giacomo.

Dunque nell’uomo basette sempre corte, sistemate o al massimo sottili a punta, ma le restanti varianti sono scioccanti, per non dire altro.

Pizzetto 

pizzetto Michael B Jordan

Probabilmente potresti sembrare un sottoprodotto degli anni 90, ma la realtà è molto diversa, perché esiste l’uomo al quale il pizzetto gli dona, e l’uomo invece che non lo preferisce o non si sposa tra i vari stili di barba. 

La barba modellata qui gioca un ruolo primario in quanto serve andare a delineare il pizzetto dagli angoli della bocca fino al mento, in maniera naturale e proporzionata. 

Ad esempio un attore che riesce a mostrare fieramente ed in maniera fantastica il suo pizzetto è Michael B. Jordan, il protagonista del film Creed.

Come puoi notare dalla foto per gli afroamericani il pizzetto è davvero qualcosa di superlativo, poi mantenuto basso e stretto risalta ancora di più quei visi troppo tendenti all’ovale, donandogli una forma più omogenea. Davvero un “must” per chi ha queste fattezze del viso. 

Insomma non è vero che il pizzetto è tipicamente uno stile ormai passato e sorpassato, invece nelle misure e nelle dimensioni giuste, sfruttando anche delle peculiarità del viso specifiche, riesce a dare quel “pizzico” di sensualità e fascino in più che serve a fare la differenza.

Baffo

baffo barba modellata charlie chaplin

I baffi non sono più quelli di una volta… o almeno non più come durante la fine del diciannovesimo secolo, dove addirittura nacquero i primi ferri riscaldati arriccia-baffi, per assumere le forme più strane e bizzarre possibili.

Ovviamente se non ti chiami Salvador, non sogni orologi rammolliti e fai l’artista soltanto nei ritagli di tempo, i baffi con la punta all’insù non sono la scelta giusta. Se invece sei un’artista e ti senti estroso e creativo a tal punto, allora puoi benissimo optare per quelli. 

Per gli stili di barba ai quali dovrai dare una seconda possibilità sicuramente c’è il baffo. Molte icone eleganti maschili del passato o attori americani hanno sfoggiato dei bei baffoni scuri, neri o castani, a ridisegnare in quell’epoca il concetto d’eleganza.

I baffi a manubrio richiedono un’ingente massa di peli soprattutto nella zona centrale del baffo, e secondariamente bisogna conferire alle punte una forma all’insù, con cere per baffi apposite. 

I baffi richiedono una maggior manutenzione, in quanto tendono ad intrappolare spesso residui di cibo ma anche di sporco e polveri ambientali. Assicurati di pulire ed igienizzare sempre il tuo baffo, a maggior ragione se inizia a crescere ed a diventare voluminoso.

Avere dei baffi folti non è questione di ingerire strane sostanze o assumere ingenti quantitativi di alimenti, è semplicemente genetica, e a quella non si comanda. In genere se vuoi sapere se sei un normale uomo baffuto o un baffone dovrai notare dopo la rasatura totale del viso come ricresce e quanti bulbi ci sono ad occhio e croce. 

Se noti delle zone davvero fitte potrai avere una barba modellata con dei bei baffi, altrimenti sarà molto meglio optare per altri stili di barba. 

Conclusioni

Avere una barba modellata è diventata una necessità, perché per accentuare le luci del nostro viso e adombrare invece i punti più oscuri è fondamentale per donare un quadro visivo nell’insieme positivo e gradevole.

Ovviamente insieme alle dovute modifiche, legate a lunghezza e forma, esistono anche

 

Leave a Reply