Chi Sono

0 Condivisioni
Chi sono Pasquale Trisorio
Sono un Gentiluomo, ma in questo caso sono stato perfido. Ho tagliato la mia amata Nonna Pina (le tengo almeno la mano, Dio me ne scampi), perdonami Nonna! 😀

Chi Sono

Il blog de Il Gentiluomo è nato per caso o per gioco, non ricordo neanche il perché o il per come.

Nell’aria c’era un desiderio tangibile di raccontare qualcosa, senza la presunzione dell’onniscienza o il delirio dell’onnipotenza. Sono Pasquale Trisorio, ho 23 anni e scrivo da un piccolo paesino pugliese, Canosa di Puglia (nobilitato nel tempo da uno dei comici più forti e divertenti di sempre, Lino Banfi).

Non ci sono grattacieli, palazzi lussureggianti e vestiti costosi, qui c’è soltanto passione, impegno, voglia di trasmettere una conoscenza, seppur di base, a tutti coloro i quali desiderano sentirsi parte di qualcosa.

Essere un Gentiluomo, con la “G” maiuscolo è sempre più difficile, non per la difficoltà insita nel dargli una parvenza ma nel duro scontro con la realtà fattuale odierna.

Basterebbe non dire parolacce, non poggiare i gomiti quando si è tavola o aprire la portiera ad una dolce signora per essere considerato un Gentiluomo? Magari fosse così.

Un’attrice, Lana Turner ha detto:

“Un gentiluomo è un lupo paziente”.

Sarà davvero così? Cosa nasconde un uomo paziente, educato, a modo, che non pesta mai i piedi a nessuno (è sempre attento a dove poggiarli) sotto le sue fauci

Brama anch’egli qualche desiderio di rivalsa? Di soddisfazione personale? Di rivincita nei confronti di qualcuno che l’ha sempre considerato un galantuomo stantio, desueto privo di quel fascinoso imprevisto, di quel guizzo di spontaneità?

Sempre così composto, sempre così taciturno, sempre così riflessivo ed introspettivo.

Una “categoria” semi-estinta

Nel XXI secolo i Gentiluomini sono una categoria in via di estinzione perché:

  • E’ molto più semplice lasciarsi andare a dei piaceri estemporanei piuttosto che creare un percorso faticoso, duraturo e costante nel tempo.
  • Non si è gentiluomini soltanto perché la pancia è piena o il portafoglio è gonfio, ma solo e soltanto è perché fa parte della tua essenza, del tuo modo di intendere e vivere la vita.
  • C’è la remota possibilità di essere visti come dei personaggi strampalati; d’altronde l’educazione, l’umiltà, il garbo ed il rispetto non son più così in voga. In un mondo frivolo di apparenze, maschere e mistificazioni su più livelli, essere autentici è la più grande sfida.

Perché proprio un blog?

Pasquale Trisorio Fondatore Gentiluomo
Tipica faccia di chi ha ricevuto la prima tranche del Reddito di Cittadinanza

Il blog è un mondo affascinante, intrepido, pieno di insidie, e sebbene sia una persona abbastanza socievole ed aperta il dialogo, ho sempre avuto un’introversione di fondo.

Quindi al tempo la scelta del blog era la cosa più bella ed emozionante che mi potesse capitare. Ho lavorato per due anni come acconciatore professionale in diversi saloni del mio paese e delle cittadine limitrofe. Ho conosciuto persone meravigliose che mi hanno trasmesso passione, impegno, dedizione e sacrificio per questa nobile arte, qual è l’acconciatura e la barbieria in generale.

Cerco di dispensare consigli utili, che siano validi per tutti e che possano fornire un valido aiuto, un’alternativa a quanto proposto già da altre fonti di informazione.

Guadagno dal blog con le affiliazioni, ma l’idea è quella di portare sul mercato dei prodotti italiani, di incentivare quelle che sono le nostre attività artigianali, le quali sentono, oggi come non mai, il peso “economico-morale e sociale” di restare con la schiena dritta, in piedi, come fusti di un ulivo secolare.

Ci sono altri progetti oltre al blog?

Johnny Depp dei Poveri Pasquale Trisorio
Qui invece tento (senza alcuna possibilità) di ispirarmi a Johnny Depp nell’ottenere uno stile quantomeno presentabile! L’orecchino è l’unico grimaldello ribelle ad una vita, di fondo, morigerata ed empia.

Il sogno è quello di combinare l’attività del blog con un canale social primario, magari Instagram ed un altro secondario Youtube. Pian piano ho sperimentato le basi della SEO, leggendo libri, formandomi e sbagliando. Il tutto infondendo il massimo dell’ardore e della voglia.

Scrivo perché mi sono accorto che dico pochissime cose mentre nella mia mente me ne frullano centinaia ad una velocità talvolta inarrestabile e difficilmente controllabile.

Mi scuso in anticipo con coloro i quali trovano i miei articoli ridondanti, prolissi o poco interessanti. Avete ragione, è un aspetto che la mia prof. di Italiano, la mia mitica Prof. che alle superiori mi ha sempre esortato a correggere.

Ma io, testa di ciuccio (asino) che non sono altro, continuavo imperterrito, nello scrivere dei “pipponi” degni del miglior Manzoni, perché essenzialmente non ci posso far niente. Son fatto così: penso tantissimissimo, scrivo 1/3 di quello che penso e parlo 1/100 di quanto in realtà dovrei.

Sei un esperto? Ci dobbiamo fidare?

Fossi in voi non mi fiderei ahahah. No scherzo (o forse no).

Sono un Acconciatore Professionale, un Diplomato di Liceo Scientifico (estiqaatsi dove ce li metti?) quindi se cercate il parere di un perfetto italiano medio, a malapena alfabetizzato nonché perfettamente scolarizzato (ho fatto anche la primina), beh allora l’avete qui davanti, il vostro Gentiluomo.

Canali Social

A parte gli scherzi, se volete seguirmi, potete farlo sui miei canali Social (presto ne avrò uno per il mio sito www.ilgentiluomo.it:

IG: https://www.instagram.com/paky.trisorio.98/

 

Facebook

 

FB: https://www.facebook.com/pasquale.trisorio.8/

 

0 Condivisioni

Il Gentiluomo

Signori si nasce, non si diventa.