barba sottogola

Barba sottogola: 3 modi per realizzarlo

barba sottogola alisher saipov

Lo stile di barba sottogola sembra riscuotere tantissimo successo negli uomini di tutte le fasce d’età, vuoi per la semplicità di realizzazione o lo stile classico ed essenziale, ha fatto impazzire proprio tutti.

Il perché è da ricercarsi nel fatto che è un modello di barba e pizzetto classico, senza troppi proclami o smancerie: sintetico e ben marcato.

E’ uno stile di pizzetto senza baffi, che prevede una linea ed un contorno netti e delimitati, una linea della due parte dalla basetta, e procede con una striscia sottile di peli facciali sottili, spessi all’incirca 2-3 cm fino ad incontrarsi con la basetta della guancia opposta al centro, in corrispondenza del mento col pizzetto.

Tra gli stili di pizzetto per il viso, siccome abbiamo delle mandibole ben sagomate e allineate, il risultato sarà quello di un modello di barba e di pizzo altamente mascolino e virile simbolo di forza e valore.

I lineamenti così, maschi e decisi verranno ancora di più accentuati, tanto da apparire visivamente, come una barba sottogola ancora più impattante sul look finale.


Quale forma di viso sta meglio con una barba sottogola

barba sottogola stile di barba Albrecht

In genere, stiamo parlando di un esempio di pizzetto che meglio si amalgama con forme di viso o tipi di facce ovali, o anche dalle linee del viso particolarmente pronunciate e pesanti, che andranno a conformare e risaltare lo stile “spinta” ed “impavida” della barba sottogola

Il presupposto, affinché un pizzetto sottogola sia ben visibile e distinguibile, è quello di essere in grado di farsi crescere tutti i peli della barba o facciali del viso in maniera completa.

Mi riferisco nello specifico alla zona che corrisponde alle mandibole, ma anche nel riuscire nel crescere a dovere un pizzetto fitto e denso, senza zone della barbe a buchi o a chiazze, molto fastidiose.

E’ infatti questo l’unico modo di far crescere una barba sottogola e che sia ben percettibile e visibile.

Ricorda infine che dovrai avere anche una buona capacità nel raderti, o nell’usare un rasoio con lama scoperta, in quanto anche il riflesso e l’istinto del non eccedere nel tagliare la barba fa tutta la differenza del mondo.

Capita molto spesso di rovinare delle barbe curata alla “Michelangelo” solamente per la smania di ottenere la linea e o la sagoma del pizzetto precisa come quella a matita. Non strafare e prenditi tutto il tempo e la calma del mondo.


Come realizzare uno stile di barba sottogola

[su_youtube_advanced url=”https://www.youtube.com/watch?v=W2kTaQFoyks” title=”Come ottenere una barba sottogola”]

Senza perderci in inutili e prolissi argomenti, vediamo insieme quali sono i punti essenziali per avere una barba con sottogola:

  1. Il primo passaggio, che si ripete quasi in maniera mantrica è: lascia crescere la tua barba. Questo in modo tale che raggiunga una lunghezza di massimo un paio di cm. Molto comunque dipenderà dal tipo di pizzetto che vorrai ottenere, se è un modello di stile di pizzo a matita, saranno sufficienti solamente un paio di mm. Se invece, l’effetto che ricerchi è più spesso e consistente, allora potrebbero non bastare, motivo per cui ti consiglio di andare con una misura che sia compresa tra gli 1 ed i 2 cm. Mi raccomando nel mantenere sempre una lunghezza di taglio della barba che non superi i 2-2,5 cm, altrimenti il bordo e il contrasto di questa linea non si vedranno più. La barba sottogola spesso ricalca e rimarca questo modello di barba e pizzetto eccezionale ed unico nella forma e nella presentazione.
  2. Utilizza un pettine del regolabarba, portandolo ad una misura che va da 1 a 10 mm, l’aspetto sarà davvero ricercato e sensazionale, perché il carattere intermedio tra gli 1 mm (barba incolta) ed i 10 mm (barba evidente) saprà donare il meglio a questa forma di barba e pizzo. Dopo che hai trovato la lunghezza di barba congeniale, passa il rasoio per tutta l’area circostante, per dare un effetto a pelle e liscio alle parti da radere completamente a zero.
  3. Sistema la forma del tuo pizzetto sottogola, mantenendo le lunghezze in maniera simmetrica, e nel frattempo preoccupati di accorciare e regolare la barba in maniera graduale. I peli esterni che convergono verso il centro.
  4. Ora è il momento di insaponare il viso, e seguire le linee che abbiamo contornato con il nostro trimmer, per andare a radere tutto a pelle con il rasoio, in modo da avere uno stile caratteristico e conforme a quello di una barba sottogola. L’effetto sarà quello diliscio e morbido, piacevole non solo da vedere ma anche al tatto. Non trascurare di lasciare visibile la parte da radere, infatti se la schiuma o il sapone da barba ti sono scomodi in questo, puoi utilizzare un gel da barba, trasparente e repentino da radere via.
  5. E’ importante mantenere sia la pelle al di sotto, che quella al di sopra del tuo pizzetto sottogola, sempre nutrita in profondità e scorrevole al tatto, senza principi di follicolite o prurito della barba.

Personalità che hanno sfoderato questo modello di pizzetto

barba sottogola barba 50 cent
All rights of this photo are reserved by: https://www.menshairstylestoday.com/chin-strap-beard-styles/

I personaggi famosi che hanno indossato una barba sottogola sono molteplici, una fra tutte è il rapper americano 50 Cent (Curtis James Jackson III), che nei primi anni 2000 ha dominato, insieme ad Eminem la scena hip-hop.

Ma non è il solo, anche il politico tedesco, Jan Philipp Albrecht (foto qui in alto, a destra) ha scelto una barba sottogola, ovviamente tagliato in maniera più irregolare e meno lineare rispetto a quello della star americana.

Questo per sottolineare come, anche due caratteri e personalità completamente diverse tra loro, un’artista rap ed un politico, quasi agli antipodi, possono preferire lo stesso stile di barba e di pizzo.

Nonostante questo anche se sei una persona comune, e non hai particolari impegni sociali o vocazioni per il mondo musicale puoi lo stesso utilizzare questo esempio di pizzetto, per iniziare a fare pratica per stili ancora più complessi e difficili da ottenere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Gentiluomo

Signori si nasce, non si diventa.